Numero 26 -


Il notaio è responsabile nei confronti del cliente se omette di adempiere al “dovere di consiglio”

Tra i doveri del notaio incaricato di autenticare un contratto preliminare vi è anche quello cosiddetto “di consiglio”, consistente nell'avvertire le parti che gli effetti della trascrizione del preliminare cessano dopo tre anni dall'esecuzione della formalità pubblicitaria ove non sia eseguita la trascrizione del contratto definitivo o di altro atto che costituisca comunque esecuzione del contratto preliminare o della domanda giudiziale di cui all'articolo 2652, primo comma, n. 2, del codice civile.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader