Numero 48 -


Per la bancarotta impropria da reato societario esclusa la rilevanza penale delle attività valutative

La sentenza del 30 luglio 2015 n. 33774 della sezione V penale della Corte di cassazione rappresenta una pronuncia importante perché affronta il novum della riforma sul falso in bilancio, realizzata con la legge 27 maggio 2015 n. 69, evidenziando come le nuove fattispecie incriminatrici finiscono con il determinare l'esclusione della rilevanza penale alle condotte che si sostanziano in un'attività “valutativa”.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader