Difettoso un prodotto appartenente a una stessa serie che risulta “danneggiata” e chi lo utilizza va rimborsato

I dispositivi medici come pacemaker e defibrillatori automatici impiantabili, compresi in uno stesso gruppo o in una serie di produzione nella quale sono stati riscontrati alcuni difetti, devono essere qualificati come dannosi senza che occorra provare il difetto di ogni singolo prodotto e chi li utilizza ha diritto alla sostituzione anche prima che il danno si manifesti, nonché al risarcimento. Lo ha stabilito la Corte di giustizia dell'Unione europea nella sentenza dello scorso 5 marzo.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader