Resta il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina anche se dopo l’ingresso illegale il Paese di origine entra nella Ue

Il principio di retroattività della legge penale più favorevole non può essere invocato in un caso in cui venga punito colui che favorisce l'ingresso irregolare di cittadini extra Ue all'epoca dei fatti che diventano successivamente cittadini dell'Unione a seguito dell''ingresso del proprio Paese nello spazio europeo. Lo ha detto la Corte di giustizia con la sentenza del 6 ottobre 2016.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader