Chiedere la restituzione dell’indennità di disoccupazione somministrata per errore viola il diritto di proprietà

È una violazione del diritto di proprietà, la decisione dello Stato di chiedere al licenziato la restituzione della corresponsione dell’indennità di licenziamento somministrata per errore. Nell’applicare le misure necessarie a correggere i propri errori, lo Stato deve effettuare un giusto bilanciamento e tener conto della buona fede del destinatario delle indennità, senza imporre un onere sproporzionato sul ricorrente. Lo dice la Corte europea dei diritti dell’Uomo con il ricorso n. 4892/13.

Marina Castellaneta

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader