Numero 1 -


L'abbandono dei lavori di opera pubblica

L’abbandono dei lavori da parte di un’impresa incaricata di eseguire un’opera pubblica, preceduto da una condotta non improntata a criteri di lealtà e buona fede contrattuale, è giusta causa per la risoluzione di diritto del contratto di appalto pubblico; atteso che l’abbandono del cantiere non può apparire giustificato, nemmeno se ascritto ai pur provati inconvenienti causati dall’amministrazione, in quanto l’ordinamento prevede in tal caso altri mezzi di tutela, a nulla rilevando le dichiarazioni e le rimostranze dell’impresa; giacchè il privato,...

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader