Numero 7 -


Comunicazioni sociali: iI falso valutativo continua a essere penalmente rilevante

Con la sentenza n. 890 del 12 novembre 2015 (depositata il 12 gennaio 2016), la quinta sezione penale della Cassazione è tornata sul tema della rilevanza delle valutazioni nell'ambito dei nuovi reati di false comunicazioni sociali (in vigore dal giugno scorso), e ha reso una decisione diametralmente opposta a quella con la quale la stessa quinta sezione, con la sentenza n. 33774 del 16 giugno 2015 (depositata il 30 luglio 2015), aveva invece ritenuto non più punibili i falsi qualitativi, a seguito della soppressione, nei nuovi testi normativi, del riferimento alle valutazioni.

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader