Numero 45 -


L’imputato ha diritto a essere informato prima e in dettaglio

La qualificazione di fidefacienza è il risultato di valutazioni articolate, il cui riconoscimento giudiziale si correla al profilo normativo regolato da norme extrapenali che va reso noto all’imputato, accentuandosi «le ragioni di inesigibilità della previsione del loro possibile esito da parte della difesa» affinché la contestazione dell’accusa possa dirsi realizzata.

Aldo Natalini

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader