Numero 1 -


Sull’eseguità dei danni risposte importanti dai supremi giudici

L’apprezzamento della “esiguità” non è affatto facile e molto, in concreto, è rimesso alla valutazione del giudice. Questi, nella sua discrezionalità, dovrà tenere conto che già l’ordinamento attribuisce rilevanza all’esiguità o tenuità del danno arrecato dall'imputato, riconoscendo in tali ipotesi un trattamento sanzionatorio attenuato, ma mantenendo la rilevanza penale.

Giuseppe Amato

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader