Numero 46 -


Con la dichiarazione che è fraudolenta cade un altro tabù

Allo stato, alla prefigurata responsabilità amministrativa da reato di dichiarazione infedele è stata annessa la sola sanzione pecuniaria (fino a 500 quote). Scelta comprensibile - visto l’impatto della riforma - ma “minimalista” sia rispetto alla direttiva Ue, che ammetteva anche misure interdittive, sia rispetto alla gravità del resto impressa dallo stesso Dl.

Aldo Natalini

Guida al Diritto

Guida al Diritto è il settimanale di documentazione giuridica più diffuso nel mondo legale. L'unico firmato Il Sole 24 ORE.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader